Breaking News

Protezione civile, Mennea: “Facciamo in Puglia il dipartimento per i beni culturali e il sostegno sociale”

“Credo sia arrivato il momento per la Puglia di avere un dipartimento di Protezione civile, al cui interno debbano esserci anche una sezione dedicata alla difesa del patrimonio culturale e una per il supporto al terzo settore. Per questo proporrò formalmente al presidente Michele Emiliano e al vice Antonio Nunziante, che è anche assessore alla Protezione civile, di trasformare l’attuale sezione in dipartimento”. Lo dichiara Ruggiero Mennea, presidente del comitato permanente della Protezione civile regionale, prendendo atto dei danni registrati dal patrimonio culturale italiano in questi giorni a causa del maltempo. Mennea ha mutuato, in parte, anche una proposta avanzata dall’archeologo Giuliano Volpe, già rettore dell’Università di Foggia, per far sì che il dipartimento nazionale di Protezione civile si doti di una funzione specializzata nel campo del patrimonio culturale.

“La Puglia, dal Gargano alla punta del Salento, ha un patrimonio culturale e storico davvero ricco”, sottolinea Mennea. “Basterebbe citare Castel del Monte, Monte Sant’Angelo e i trulli di Alberobello (beni Unesco) o le meraviglie del centro storico di Otranto, senza dimenticare le bellezze archeologiche di Canne della Battaglia e Canosa, le Cattedrali e i castelli medievali. Un patrimonio che, in caso di calamità naturali o distruzioni di natura dolosa o accidentale, si troverebbe – aggiunge – senza una protezione immediata. Peraltro, secondo i dati Ispra, dal 1998 al 2018 il nostro Paese per rimediare agli effetti del dissesto ha speso quattro volte di più di quanto ha investito in progettazione e realizzazione di opere di prevenzione (20 miliardi contro 5,6 miliardi di euro)”.

“Per questo ritengo che innanzitutto in Puglia – prosegue Mennea – bisognerebbe trasformare la sezione di Protezione civile regionale in dipartimento, in modo da avere un ufficio più strutturato e potenziato che consentirebbe di assolvere a compiti legati non solo all’emergenza e al post di emergenza, ma anche alla prevenzione. In questa maniera si potrebbe intervenire in modo efficace con uno strumento che evita la distruzione dei beni culturali e previene una serie di rischi come accaduto al sito archeologico di Afragola, distrutto l’anno scorso da un incendio. Sarebbe altresì necessaria una sezione che si occupa del sociale, con il supporto al terzo settore che è impegnato quotidianamente nel contrasto alle povertà alimentari e sanitarie. La Puglia sarebbe la prima regione in Italia ad avere una Protezione civile così strutturata ed efficace. Perché la Protezione civile – conclude – ha davvero bisogno di rigenerarsi e riconvertirsi alle esigenze del 21esimo secolo”.

Check Also

Rischi della Rete, Mennea partecipa a convegno Anfi a Barletta

“I nuovi rischi della rete informatica dall’adescamento online al sexting” è il titolo del convegno ...

Questo sito utilizza cookie di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Informazioni

POLITICA DI UTILIZZO DEI COOKIES


Un cookie è un file che viene scaricato sul tuo computer quando consulti alcuni siti Web. I cookies permettono ai siti Web di conservare e recuperare informazioni sulle abitudini di navigazione dell'utente su un sito o sul dispositivo utilizzato, e in base a queste informazioni, di riconoscerlo. Tuttavia, i dati ottenuti sono protetti. Riguardano soltanto il numero delle pagine visitate, la città in cui è localizzato l'IP della connessione al sito Web, la frequenza e la ricorrenza delle visite, la durata delle visite, il browser utilizzato, l'ISP o il tipo di terminale da cui è partita l'operazione. Dati come nome, cognome o indirizzo postale della connessione non vengono raccolti. I cookies utilizzati su questo sito Web e i loro utilizzo sono:

SESSIONID : scade al termine della sessione. Questo cookie permette di seguire la navigazione dell'utente durante la sessione, di conservare le informazioni inserite dall'utente nei campi che lo prevedono, e di assicurare la qualità e la sicurezza della navigazione sulle pagine del sito.
_pk_XXXX.XXXX : scade dopo 30 minuti. Questo cookie permette di ottenere dati sull'utilizzo delle nostre pagine Web a fini statistici.
CDN : scade dopo 3600 minuti. Questo cookie è utilizzato nella ripartizione di carico, per capire se l'utente resta sullo stesso server host per l'intera sessione.
Slb : scade dopo 30 minuti. Questo cookie è utilizzato nella ripartizione di carico, per capire se l'utente resta sullo stesso server host per l'intera sessione.
VisitorEntrance : scade al termine della sessione. Questo cookie determina l'origine geografica dell'utente, attraverso l'indirizzo IP di connessione.
cookieAccepted : scade dopo 365 giorni. Questo cookie permette di mascherare le informazioni sull'utilizzo dei cookies del sito e viene utilizzato solo se l'utente ne accetta l'utilizzo.
Puoi autorizzare, bloccare o eliminare i cookies installati sul tuo computer modificando le opzioni del tuo browser. Per i browser più popolari trovi qui i link:

Internet Explorer
Mozilla Firefox
Google Chrome
Apple Safari

Ti informiamo che la disattivazione di un cookie potrebbe impedire o rendere difficoltosa la navigazione o le prestazioni dei servizi proposti sul nostro sito.

Chiudi