Breaking News

Protezione civile, Mennea: “La Puglia alla guida dei processi di governance e rafforzamento della sicurezza”

“Protezione civile: verso una governance più forte per la riduzione del rischio”. Questo il titolo del workshop, tenutosi a Roma nella sala convegni del Cnr il 24 e 25 gennaio, realizzato dal dipartimento della Protezione civile nell’ambito del Pon Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020. La Puglia è stata tra i protagonisti e a rappresentarla c’era Ruggiero Mennea, presidente del comitato permanente regionale della Protezione civile.

“E’ con grande soddisfazione che ho rappresentato – spiega Mennea – la nostra regione al workshop, considerato che il ruolo della Protezione civile pugliese è strategico nel rafforzamento della governance della sicurezza per la riduzione dei rischi. Abbiamo fatto un grande lavoro per l’analisi e reperimento dei dati, che porterà alla stesura delle linee guida a cui dovranno rifarsi tutti i piani comunali di Protezione civile relativi alla prevenzione del rischio idraulico e idrogeologico. Emerge in questa circostanza la competenza delle nostre professionalità interne alla sezione di protezione civile e il ruolo guida per i Comuni che hanno un punto di riferimento certo e attendibile, che collaborerà nella stesura dei piani e ottimizzerà tutte le risorse e le energie a disposizione. Questo consentirà – rimarca – alla Puglia di diventare un territorio più sicuro e di mettere, davanti a tutto, la prevenzione, l’innovazione e una grande professionalità nella gestione del rischio. Grande apprezzamento è stato rivolto alla nostra sezione di Protezione civile per il lavoro svolto in passato e quello attuale in partenariato con le altre Regioni, che vede la Puglia alla guida del processo di innovazione e professionalizzazione del sistema di Protezione civile”.

Il progetto, finanziato per 5 milioni di euro, coinvolge oltre alla Puglia, anche la Calabria, la Sicilia, la Campania e la Basilicata. In particolare, sono state recepite le indicazione del dipartimento di Protezione civile e dell’Ati (costituita da Fondazione Cima, Fondazione Politecno di Milano, Cnr Irpi, Camilab e Cinid), relative agli scenari di evento e alla perimetrazione delle aree a rischio idraulico non mappate nelle Pai, all’interno delle linee guida regionali per la definizione dei piani di protezione civile comunali. Poi, è stato avviato un percorso partecipato con 5 Comuni pugliesi pilota rappresentativi del rischio idraulico nel territorio regionale (bacini carsici, fluviali e così via dicendo). Con i 5 Comuni sono state condivise le schede relative ai punti critici, alle macro aree di rischio ed è stato richiesto un feedback sulla loro applicabilità coinvolgendo anche i servizi tecnici dei Comuni, i servizi sociali e l’anagrafe. L’obiettivo è standardizzare i piani comunali e recepirli in una piattaforma informatica regionale, che possa essere usata dalle strutture operative regionali (sala operativa e centro funzionale) dai Comuni stessi e dai cittadini. 

“Continua la nostra sfida – conclude Mennea – perché la Protezione civile diventi strumento strategico di programmazione e pianificazione per un governo della regione che abbia quale priorità la sicurezza dei cittadini e la tutela del territorio”.

Check Also

Mennea attacca il Presidente Dicataldo: «Figura faziosa che nega la libertà di parola in consiglio comunale»

«Un’azione gravissima si è consumata durante il consiglio comunale di Barletta svoltosi ieri pomeriggio. Il ...

Questo sito utilizza cookie di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Informazioni

POLITICA DI UTILIZZO DEI COOKIES


Un cookie è un file che viene scaricato sul tuo computer quando consulti alcuni siti Web. I cookies permettono ai siti Web di conservare e recuperare informazioni sulle abitudini di navigazione dell'utente su un sito o sul dispositivo utilizzato, e in base a queste informazioni, di riconoscerlo. Tuttavia, i dati ottenuti sono protetti. Riguardano soltanto il numero delle pagine visitate, la città in cui è localizzato l'IP della connessione al sito Web, la frequenza e la ricorrenza delle visite, la durata delle visite, il browser utilizzato, l'ISP o il tipo di terminale da cui è partita l'operazione. Dati come nome, cognome o indirizzo postale della connessione non vengono raccolti. I cookies utilizzati su questo sito Web e i loro utilizzo sono:

SESSIONID : scade al termine della sessione. Questo cookie permette di seguire la navigazione dell'utente durante la sessione, di conservare le informazioni inserite dall'utente nei campi che lo prevedono, e di assicurare la qualità e la sicurezza della navigazione sulle pagine del sito.
_pk_XXXX.XXXX : scade dopo 30 minuti. Questo cookie permette di ottenere dati sull'utilizzo delle nostre pagine Web a fini statistici.
CDN : scade dopo 3600 minuti. Questo cookie è utilizzato nella ripartizione di carico, per capire se l'utente resta sullo stesso server host per l'intera sessione.
Slb : scade dopo 30 minuti. Questo cookie è utilizzato nella ripartizione di carico, per capire se l'utente resta sullo stesso server host per l'intera sessione.
VisitorEntrance : scade al termine della sessione. Questo cookie determina l'origine geografica dell'utente, attraverso l'indirizzo IP di connessione.
cookieAccepted : scade dopo 365 giorni. Questo cookie permette di mascherare le informazioni sull'utilizzo dei cookies del sito e viene utilizzato solo se l'utente ne accetta l'utilizzo.
Puoi autorizzare, bloccare o eliminare i cookies installati sul tuo computer modificando le opzioni del tuo browser. Per i browser più popolari trovi qui i link:

Internet Explorer
Mozilla Firefox
Google Chrome
Apple Safari

Ti informiamo che la disattivazione di un cookie potrebbe impedire o rendere difficoltosa la navigazione o le prestazioni dei servizi proposti sul nostro sito.

Chiudi