Salute e sociale

3° Raduno nazionale estivo della Protezione Civile in Puglia

Comincerà l’8 settembre a Otranto il terzo raduno nazionale estivo della Protezione civile in Puglia. Dopo le due esperienze sul Gargano (a Pugnochiuso) e sul litorale brindisino (Rosa Marina, Ostuni), quest’anno il raduno si terrà a Le Cale d’Otranto Beach Resort in località Torre Santo Stefano. Mentre già si lavora per l’edizione 2017 a Barletta.

Sulla scorta delle belle esperienze vissute anche nei 13 raduni invernali, dall’8 all’11 settembre in Puglia volontari, funzionari e dirigenti degli enti e delle istituzioni a qualunque livello (regioni, province, comuni) che si occupano di Protezione civile, compresi rappresentanti istituzionali del dipartimento nazionale.

Si tratta di un momento importante per il sistema di Protezione civile nazionale e pugliese in particolare, perché occasione di incontro per tutti coloro i quali dedicano il loro tempo, il loro lavoro e la loro passione al servizio della Protezione civile. Una occasione per fare amicizie, confrontarsi e anche partecipare a gare sportive: sono infatti previste gare di nuoto, beach volley, corsa, calcetto e bocce.

Al raduno è prevista la presenza del capo del dipartimento nazionale di Protezione civile, Fabrizio Curcio; del presidente regionale del comitato permanente di Protezione civile della Puglia, Ruggiero Mennea; dei massimi vertici della Protezione civile delle Regioni italiane e del direttore della rivista “La Protezione civile italiana”, Franco Pasargiklian. Si confronteranno sulle più attuali tematiche di protezione civile in un convegno nazionale e verrà annunciata l’organizzazione della quarta edizione del raduno estivo a Barletta, co-capoluogo della Bat, nel 2017.

Il comitato organizzatore è costituito da rappresentanti della sezione di Protezione civile della Regione Puglia e dei coordinamenti provinciali delle associazioni di volontariato e dei gruppi comunali di Protezione civile delle Province di Lecce, Bari, Taranto, Foggia, Brindisi e Barletta-Andria-Trani, con la collaborazione della rivista nazionale “La Protezione civile italiana” e del dipartimento nazionale di Protezione civile.

IL PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE:

Giovedì 8 settembre:
Ore 9 –  Accoglienza e iscrizioni al raduno presso il resort (termine ore 15).
Ore 17 –  Cerimonia di inaugurazione con sfilata silenziosa per le vie del centro di Otranto: partenza da via Lungomare Kennedy e arrivo presso Lungomare degli Eroi.
Al termine, Santa Messa commemorativa delle vittime del terremoto del Centro Italia nella Cattedrale di Otranto.

Venerdì 9 settembre
ore 10,30 – Auditorium Porta d’Oriente – Otranto, via Antonio Sforza: Convegno nazionale di Protezione civile “Sindaci e Volontariato. Ruoli fondamentali nelle politiche di prevenzione e riduzione dei rischi e di emergenza nel sistema di Protezione civile”.  Avvio di una raccolta fondi in favore delle popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia che proseguirà per tutta la durata del Raduno.
Ore 17 –  Gara di nuoto maschile e femminile 100 metri
Ore 18 –  Torneo di beach volley

Sabato 10 settembre
Ore 8,30 – Gara di corsa maschile e femminile 3 chilometri
Ore 11 –  Fasi preliminari gare di bocce su sabbia
Ore 15 –  Torneo di calcetto
Ore 17 –  Finali gare di bocce su sabbia

Domenica 11 settembre
Chiusura del raduno e partenza dei partecipanti

Info:

www.radunonazionalepc.it

www.lecaledotranto.com

Bari, 7 settembre 2016

Condividi:

Ultimi Articoli

Seguimi sui social

Approfondimenti

Informazioni per il cittadino

Buone pratiche Ambientali

differenziata In puglia

Le mie proposte Per la puglia

Politica

“Azione” di Calenda continua a crescere nella provincia Bat

Nuove adesioni di importanti riferimenti politici e istituzionali del territorio provinciale  Nuove adesioni di importanti riferimenti politici e istituzionali del territorio provinciale. https://www.andriaviva.it/notizie/azione-di-calenda-continua-a-crescere-nella-provincia-bat/

Economia e Lavoro

Ambiente e turismo

La Puglia brucia…. si poteva evitare?

“Oggi assistiamo purtroppo all’ennesima tragedia causata dai numerosi incendi boschivi che hanno afflitto la Puglia in queste ultime settimane”, affermano i Consiglieri regionali del Gruppo