Salute e sociale

Mare pulito, Mennea a Giannini: “Urgono moduli di affinamento al depuratore di Barletta”

Litoranea ponente barlettaInstallare moduli di affinamento delle acque reflue al depuratore di Barletta, per consentire l’uso irriguo delle acque affinate ed evitare l’inquinamento del mare, risorsa preziosissima per la città e il territorio in chiave economica. È la mia richiesta a Giovanni Giannini, assessore regionale alle infrastrutture.

“Ora che inizieranno i lavori di ampliamento del nuovo depuratore, sarebbe il caso di pensare a questa integrazione”, continua Mennea. “Le acque che escono dal depuratore e vengono sversate in mare, infatti, sono ancora inquinate, non possono essere usate in agricoltura e innalzano la soglia dell’inquinamento marino. Affinandole, invece, le acque rientrerebbero in parametri che renderebbero possibile l’uso irriguo. Questo consentirebbe di ridurre l’inquinamento marittimo e di mettere a disposizione degli agricoltori acqua per innaffiare i campi, affrontando così al meglio la siccità e non attingendo acqua dalle falde acquifere”.

“Questa soluzione naturalmente deve andare di pari passo con la risistemazione della rete irrigua, che dal depuratore deve condurre l’acqua affinata nelle campagne. E in questo mi rivolgo a Giuseppe Taurino, direttore dell’Arif. Ma nell’attesa che la rete sia ripristinata e si possa così consentire l’uso irriguo, quantomeno non scaricheremmo acqua inquinata in mare”, aggiungo.

“L’integrazione di moduli di affinamento al depuratore si rende ancor più necessaria visto e considerato che l’impianto di affinamento delle acque reflue in una recente conferenza di servizi è stato ritenuto inadeguato poiché sovradimensionato e pertanto non entrerà in funzione”, puntualizzo. “Andrò in fondo e segnalerò questa vicenda alla Corte dei conti poiché è diritto dei cittadini sapere di chi sia la responsabilità di un errore così madornale che rende inutilizzabile un’opera costata oltre 6 milioni di euro. Attendo delle risposte serie, inoltre, su come quell’opera ora possa essere riconvertita, magari in laboratorio ambientale, come accaduto a Taranto per problemi ben più gravi”.

“E sempre in tema di inquinamento marittimo, la Regione ha affidato la pulizia del canale Ciappetta Camaggio e alcune modifiche al corso del canale, ma sarebbe bene comprendere che bisognerebbe intervenire a monte del problema, facendo sì che le acque che provengono dal depuratore di Andria fossero affinate prima di arrivare a Barletta, altrimenti si continuerà a sversare, nel canale prima e in mare poi, reflui e sostanze altamente nocive. Su questi temi mi sono impegnato dall’inizio del mandato e continuerò a farlo con il massimo del vigore. Sulla salute del mare si giocano le sorti del turismo di Barletta e dell’economia del territorio. Non vorrei che si iniziasse a parlare di mare inquinato con l’avvento della stagione balneare. Giannini convochi subito un tavolo tecnico su queste tematiche che sia risolutivo, invitando tutti i soggetti in causa e ovviamente il sindaco di Barletta, Pasquale Cascella, che non può che condividere ampiamente la mia impostazione”.

Barletta, 11/02/2015

Condividi:

Ultimi Articoli

Le RSA pugliesi aspettano risposte concrete

“Oggi abbiamo richiesto un’audizione davanti alle Commissioni consiliari competenti per avere notizie dal Presidente Emiliano, dal Direttore del Dipartimento Salute, Vito Montanaro e dal Direttore

Seguimi sui social

Approfondimenti

Informazioni per il cittadino

Buone pratiche Ambientali

differenziata In puglia

Le mie proposte Per la puglia

Politica

“Mi ritengo soddisfatto per la risposta dell’assessore regionale Leo”

Ruggiero Mennea, capogruppo di Azione in Consiglio regionale, esprime soddisfazione per la risposta dell’assessore regionale Leo sulla situazione della Gazzetta del Mezzogiorno. Mennea sottolinea l’importanza di monitorare attentamente la vicenda e propone un incontro con i rappresentanti del giornale per discutere soluzioni concrete.

Economia e Lavoro

Avviso di selezione pubblica SanitaService

Avviso di selezione pubblica per la formazione di una graduatoria di candidati idonei per l’eventuale assunzione di personale come ausiliario/pulitore presso la società Sanitaservice ASL

Ambiente e turismo