Salute e sociale

Piano assunzionale 2020, opportunità e certezza lavorativa per molti giovani pugliesi

Questo è un provvedimento reso possibile dalla totale assenza di criticità nel bilancio regionale. Veniamo da un quinquennio dove la Giunta regionale ha esaurito tutte le graduatorie, fornendo così a tanti giovani assunti una certezza lavorativa definitiva. Si tratta dell’approvazione da parte della Giunta della Programmazione triennale del fabbisogno del personale dell’ente Regionale 2020-2022, dando atto dello stato di attuazione delle assunzioni programmate per gli anni 2018 e 2019 ed approvando altresì le priorità assunzionali rappresentate.

Il nuovo piano assunzionale riguarda 661 unità suddivise nelle varie categorie B, C, D e Dirigenti. Si tratta di numeri importanti giacché provvediamo anche alle ultime stabilizzazioni dei CoCoCo. Abbiamo previsto di coprire quasi tutte le uscite per pensionamenti naturali e per ex Legge n. 100.

Nel piano non mancano le progressioni verticali per il personale interno per riservare dei posti per i dipendenti in servizio, così come abbiamo previsto che dei quaranta posti che metteremo a concorso per i dirigenti, otto saranno assunti per mobilità esterna e il 50 per cento delle altre 32 unità sarà riservato al personale interno. Nella programmazione sono state assunte 80 persone diversamente abili”.

L’Esecutivo ha  quindi  approvato, con la medesima  delibera,  il Piano assunzionale 2020 come appresso definito:
a)              n. 125 unità di categoria B1 di cui:
aa.           n. 45 Operatori telefonici per implementazione 112;
bb.          n. 20 Autisti;
cc.           n. 60 esecutori.
b)             n. 223 unità di categoria C di cui:
aa.           n. 66 unità per progressioni verticali da B a C art. 22 comma 15 d. lgs. n. 75/2017;
bb.          n. 24 unità per mobilità ex art. 30 d. lgs. n. 165/2001;
cc.           n. 133 unità mediante procedure concorsuali.
c)              n. 243 unità di categoria D di cui:
aa.           n. 72 unità per progressioni verticali da C a D art. 22 comma 15 d. lgs. n. 75/2017;
bb.          n. 28 unità per mobilità ex art. 30 d. lgs. n. 165/2001;
cc.           n. 143 unità mediante procedure concorsuali.
d)             n. 30 unità di categoria D da stabilizzare mediante apposita procedura concorsuale riservata ex art. 20 comma 2 d. lgs. n. 75/2017.
e)              n. 40 unità dirigenziali di cui:
aa.           n. 8 unità per mobilità ex art. 30 d. lgs. n. 165/2001;
bb.          n. 32 unità mediante procedura concorsuale (con riserva del 50% al personale interno);
f)               n. 5 unità di categoria D a valere sul bilancio vincolato con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato nell’ambito dell’attività della Sezione sicurezza del cittadino, politiche per le migrazioni e antimafia sociale di cui:
aa.           n. 2 esperti nel settore delle politiche per le migrazioni;
bb.          n. 1 esperto in gestione dei progetti di sviluppo locale;
cc.           n. 2 esperti in materia economico/finanziaria e di controllo della spesa della pubblica amministrazione;
g)              n. 8 unità di categoria D a valere sul bilancio vincolato con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato nell’ambito dell’attività dell’Autorità di Audit con profilo di funzionario amministrativo.

L’Esecutivo  ha stabilito che per gli anni  2018, 2019 e 2020 le progressioni verticali saranno espletate per i profili amministrativo/contabile e tecnico rispettivamente nella misura complessiva del 70 per cento e 30 per cento  ed ha dato mandato al dirigente della Sezione Personale ed Organizzazione di predisporre apposita convenzione con il FORMEZ PA – Commissione RIPAM, per la quale è delegato alla sottoscrizione, per lo svolgimento delle procedure concorsuali per l’accesso alle categorie C e D.

Condividi:

Ultimi Articoli

Seguimi sui social

Approfondimenti

Informazioni per il cittadino

Buone pratiche Ambientali

differenziata In puglia

Le mie proposte Per la puglia

Politica

Economia e Lavoro

Ambiente e turismo